24 Responses

  1. marco

    Molto interessante il tuo post sull’ aceto balsamico. Mi piacerebbe provare a farlo. Posso disturbarti per avere qualche dritta?

    1. Davide Cavazzoni Pederzini

      l’aceto balsamico commerciale è uno spunto poco corretto a parere mio. Infatti è un derivato assolutamente industriale che tenta di assomigliare molto approssimativamente ad un prodotto che in realtà non è neanche lontano parente. Per certi versi sarebbe forse anche più semplice da produrre se non fosse che ci vogliono: almeno 5 barili scalati, che ogni anno il primo va rincalzato con mosto cotto acetificato e gli altri travasati dal più grande al più piccolo per recupereare l’avvenuta restrizione del prodotto e l’annuale prelievo che si fa solo dal barile più piccolo e solo dopo il 25esimo anno! Non si fa nella cantina ma nel sottotetto di una casa vecchia con tetto non coibentato dove faccia molto caldo d’estate e molto freddo d’inverno. Dopo di chè non comprearai più quella schifezza che abusa di quel blasone. Scusate la polemica.

  2. davide

    ciao,

    senti visto che sei in preparazione di un aceto balsamico “quasi tradizionale”, cosa che mi sto organizzando a fare nel prossimo autunno, volevo chiederti se hai aggiunto anche lì aceto o ti stai basando solo sul mosto acetificato

    grazie in anticipo

    davide

  3. nello

    mi sembra che i vostri sistemi siano molto sbrigativi per produrre un accettabile aceto balsamico. sembra il metodo per produrre quelle salse balsami che che aborrite .per fare un buon aceto balsamico occorre sempre iniziare con aceto di vino ottimo o aceto ottenuto da mosto cotto e non avere fretta . auguri alla vostra marmellata balsami ca

  4. Bruno

    Salve….. Anch’io sto provando a fare l’aceto balsamico col metodo semplice mosto e aceto la mia domanda e’ questa nella fase del travaso ho visto che nella botte si è formato uno strato gelatinoso spesso circa un centimetro chiaramente lo tolto ma mi sto chiedendo e normale?

  5. Bruno

    Grazie per avermi risposto così celere però nasce un’altra domanda spontanea come posso evitare la formazione di questo strato gelatinoso dell’acetobacter xylinum (uno dei tanti acetobatteri?

  6. pietro

    Ciao mi sto organizzando per fare un po di balsamico e da quanto ho capito dopo aver fatto raffreddare il il mosto concentrato dovrei aggiungere un buon lievito per farlo fermentare e renderlo un po’ più alcolico e poi metterlo a dimora ,se è tutto vero questo procedimento mi dici quale tipo di lievito devo usare e in che percentuale ??Grazie

  7. Tiziano

    Ciao……. Alessandro? O Admin?
    Son perfettamente daccordo con lei sul fatto che preferisco fare un aceto balsamico arrangiato a casa, cosi almeno so cosa “ingerisco”, che andare a dare soldi a tutti quei contraffattori che vendono fischi per fiaschi!!! Anche io da un paio d’anni sto tentando di fare un buon aceto balsamico IGP casereccio ma l’unica cosa che non riesco a evitare è il sedimento! Un po troppo… Si separa il mosto cotto dall’aceto in poche parole! Ma per caso lei và di tanto in tanto a miscelare l’aceto mentre è in botte a riposare? In poche parole ogni tanto prende la botticella e la agita per creare un aceto piu omogeneo?
    Saluti Tiziano!

  8. RAFFAELLO BIAGIOTTI

    Buonasera, molto interessante l’argomento.
    Dopo aver praticato le operazioni iniziali, posso aggiungere un concentrato di erbe aromatiche (Salvia, Mentuccia, Rosmarino) e produrre un aceto balsamico particolare per inebriare: insalate, fagioli, ceci, cicerchie o lenticchie?
    Potrebbe essere un’idea? Oppure qualcuno ha già provato? Che cosa viene fuori?
    Grazie.
    Raffaello

  9. Luca

    Ciao complimenti per l’articolo, bello e istruttivo( per me almeno) .
    Io Sto facendo esperimenti per fare un aceto balsamico di mele con il mio aceto di mele, speriamo che esca qualcosa di buono.

  10. Paolo

    Ho comprato la botticella da 25l in rovere francese, ho cotto il mosto e ho aggiunto il mio aceto di vino della mia vendemmia 2010 (buon aceto di casa da uve assolutamente biologiche). Il sapore sembra decente. Purtroppo è un po’ poco. cosa ne pensi se faccio bollire ancora un po’ del mio aceto per renderlo più denso e poi lo aggiungo? Grazie. Paolo.

  11. roberto

    ciao a tutti,se metto dell’aceto ottimo in botte e lo lascio invecchiare,cosa succede?

Leave a Reply